ARGENTINA NORD & BUENOS AIRES

SALTA & IGUAZU

RICHIEDI INFORMAZIONI

Dal Al Quota base Prezzo finale Note
01/03/2019 30/09/2019 2315 € 2385 € Hotel 4*
01/03/2019 30/09/2019 2460 € 2530 € Hotel 5*

 


 

Giorno 1°: BUENOS AIRES
Arrivo all’aeroporto internazionale di Ezeiza e
trasferimento in hotel.
Giornatta Libera
Pernottamento a Buenos Aires


Giorno 2°: BUENOS AIRES
Prima colazione in albergo.
Visita della città (4 ore). Buenos Aires è una città
vivacissima e sarà una piacevole scoperta visitare il
sontuoso quartiere “Barrio Norte” ed il parco di Palermo,
la Costanera ed il Rio de la Plata, il maestoso Teatro
Colòn, il Congresso, il Cabildo (antica sede del vicerè
spagnolo) la Casa Rosada, attuale sede del Presidente
della Repubblica, la coloratissima Boca, zona portuale
degli immigrati italiani, il quartiere di Puerto Madero,
considerato una dei più esclusivi e moderni, i suoi caffé...
Nel tardo pomeriggio cena con spettacolo di Tango a

El Querandí
20:30 Cena / 22:15 – 23:00 Spettacolo
Il suo stile strettamente legato all'arte, alla cultura e alla
gastronomia, si esprime in modo impareggiabile nello
spettacolo di tango e nella cena di El Querandí; il modo
ideale per vivere al meglio l'esperienza del tango in un
luogo tipico, con profonde radici storiche, e con la
possibilità di degustare un ampio menù di piatti
tradizionali dell’Argentina.
Pernottamento a Buenos Aires.


Giorno 3°: BUENOS AIRES / SALTA
Prima colazione in albergo.
Transferimento in aeroporto e partenza volo interno per
Salta.Percorso per il Centro Storico di Salta.
In Salta la natura è un’esplosione di colori che si
moltiplicano nelle colline e quebradas. Ma non soltanto
c’è la natura per godere, anche Salta è una delle città
dell’Argentina con più storia. Fu una delle prime
fondazioni e il luogo che scelsero le famiglie potenti,
relazionate con il Alto Perú, per stabilirsi. Per quello, le
sue vie sono un vero tesoro di costruzioni coloniali,
chiese e monumenti.
Pernottamento a Salta.


Giorno 4o: SALTA / GANDE SALINE / PURMAMARCA
Prima colazione in albergo.
E’ una delle gite più spettacolari del Nord-Ovest
argentino. Una giornata intera d’avventura, natura, storia
e paesaggio. Il percorso segue la strada parallela a
quella del Treno delle Nuvole, per cammini che fanno
zigzag tra colline, pianure e cielo. Si parte da Salta alle 7
AM verso Campo Quijano e Quebrada del Toro. Nella
città pre incaica di Santa Rosa de Tastil la escursione si
ferma per realizzare un breve trekking archeologico, dove
la guida racconterà la storia della vita che si sviluppò in
queste terre prima dell’arrivo degli spagnoli. Il viaggio
continua fino a San Antonio de los Cobres, popolo
miniero dove finisce il percorso del Treno delle Nuvole. Lì
avrà tempo libero per pranzare. Nel pomeriggio il
percorso continua verso Purmamarca, ma prima di
arrivare a questo colorito paese, dovrà attraversare le
impressionanti Saline Grandi. Un enorme deserto
bianco, che brilla sotto il sole della Puna, un vero
paesaggio surrealista, Lì potrà vedere, inoltre alla fauna
autoctona, le opere di costruzione di un luogo di riposo.
Dopo, la crespata Cuesta del Lipán, con le sue viste
imparagonabili, e finalmente l’arrivo a Purmamarca. Il
Cerro de los Siete Colores, marchio registrato di questo
paesino pittoresco, e di tutta la Puna, l’aspetterà. Non
dimentichi i rullini e tutto quello che le servirà per
catturare le immagini che vedrà.
Pernottamento a Purmamarca.


Giorno 5o: PURMAMARCA / HUMAHUACA / SALTA
Prima colazione in albergo.

Oggi vi attenderà una giornata piena di storia e
paesaggi, poiché compieremo il percorso verso la
Quebrada di Humahuaca, visitando i suoi paesi
preispanici che hanno una centinaia di anni e alcuni
sono rimasti ancora intatti, come se ci invitassero a
percorrerli, per saperne di più. Per iniziare, la Quebrada
di Humahuaca fu dichiarata Patrimonio Naturale e
Culturale dell'Umanità nel 2003.
Cominceremo attraversando la valle di Siancas dal
paese di Gral. Güemes, per percorrere l'area di
coltivazione di canna da zucchero, tabacco, cotone, ed
altri, raggiungeremo la provincia di Jujuy al confine ed il
suo capoluogo, su una valle di 155 km di estensione,
circondata da colline di vari colori, vegetazione di zona
arida, ed il fiume Grande. Andremo dentro una zona che
possiede una varietà incredibile di gradazioni di colori
marroni, verdi, ocre, e rossasti. Proseguimento verso
Yala, località di villeggiatura estiva, situata fra montagne,
fiumi e lagune, con quartieri residenziali, e case per fine
settimana, vi troveremo anche il parco provinciale
Potrero de Yala che preserva le lagune di Yala, in cui è
possibile avvistare degli uccelli. Inizieremo a scendere
attraverso la valle stretta, passando per paesi fermati nel
tempo, che trasformano il paesaggio in una cartolina da
non dimenticare.
Continueremo verso Maimará, un paese che si trova
proprio nel centro della valle stretta, dove potremo
ammirare la Paleta del Pintor (la Tavolozza del Pittore),
dalle colline multicolori in omaggio al suo nome, Posta
de Hornillos ed il suo museo in cui è possibile
sperimentare ed essere testimoni della vita preispanica;
subito dopo saremo a Tilcara, località riconosciuta per le
sue caverne e le rovine dei popoli antichi.
Pernottamento a Salta.


Giorno 6o: SALTA / CAFAYATE / SALTA
Prima colazione in albergo.
Partiremo verso la città di Cafayate, passando per
paesaggi variabili in ogni curva, ammirando dei colori
splendidi come il rossiccio delle colline, l'ocra del
pascolo asciutto, il grigio delle pietre, ed il verde del
cactus.
Saremo meravigliati quando entreremo nelle terre dalle
formazioni curiose e molto attraenti, passando Quebrada
de las Conchas, posto in cui potremo ammirare diverse
figure come la Gola del Diavolo, l'Anfiteatro, posto
incantevole in cui è possibile ascoltare l'eco di ogni
suono in modo perfetto, ed anche dove si presentano
diversi festival di folclore, l'Obelisco che da origine a una
rupe isolata, i Castelli dal colore rosso intenso che fanno
ricordare ai castelli del medioevo, la Gessaia con le sue
formazioni di arenaria chiara, la Casa dei Pappagalli,
poiché i muri di pietra hanno degli orifizi che diventano
l'habitat del branco di pappagalli in estate, il Frate, il
Rospo, e l'emozionante Gola del Diavolo di Salta, che ha
la forma di una trachea umana, anche chiamata così
dovuto al tono di colori diversi. Visita ad una cantina per
degustazione di vini Torrontes.
Continuazione fino al centro della Valle de Yokavil o
Santa María per trovare le rovine dell’antico
insediamento dei Quilmes. Gli appartenenti a questa
agguerrita tribù difesero i loro territori per più di un
secolo, lottando contro i conquistadores spagnoli, che
alla fine li sottomisero nel 1665. Arrivando al cuore della
Valle de Santa María, potrete visitare gli insediamenti
precolombiani, come Fuerte Quemado, el Pucará Loma
Rica ed El Pucará de Los Cardones, alcune delle tante
espressioni che rappresentano con orgoglio lo spirito di
una cultura che ancora vive negli usi e costumi degli
attuali abitanti di queste terre.
Pernottamento a Salta.


Giorno 7o: SALTA / CACHI / SALTA
Prima colazione in albergo.
Giornata dedicata all’escursione a Cachi, entrando nel
Parco Nazionale “Los Cardones” (Cardon=Cactus).
Cachi è un villaggio indigeno-coloniale, ubicato a 2.280
metri e si caratterizza per la imponente bellezza della su
geografia. Un’oasi di tranquillità dove il tempo sembra
essersi fermato. Qui si possono visitare la Chiesa,
fondata nel secolo XVIII e dichirata monumento storico
nazionle, e il Museo Archeologico.
Pernottamento a Salta.

 

Giorno 8°: SALTA / IGUAZU
Prima colazione in hotel.
Trasferimento in aeroporto e partenza volo interno per
Iguazu.
Nella provincia di Missiones ci sono formazioni rocciose
alla confluenza di diversi fiumi che danno origine alle
famosissime Cascate di Iguazù dichiarate Patrimonio
mondiale dell'umanità dall'Unesco.
Il Parco Nazionale di Iguazu creato nel 1939, fu
dichiarato Patrimonio Naturale nel 1986, grazie alla sua
bellezza paesaggistica ed alla grande diversità biologica
della selva subtropicale.
Un santuario naturale tra Brasile ed Argentina, che
ospita oltre 400 specie di uccelli ed oltre 2000 specie
vegetali. La portata dell'acqua influisce sia sul numero
di cascate, che possono arrivare a 160/170 sia sulla
spettacolarità delle stesse.
La loro altezza è di circa 70 metri ed il loro sviluppo
raggiunge i 2,7 km.
Arrivo a Iguazu e trasferimento in hotel.
Pernottamento a Iguazu.


Giorno 9°: IGUAZU
Prima colazione in albergo.
Escursione delle cascate dal lato argentino
attraverso le passerelle superiore ed inferiore. Con un
trenino sarà possibile avvicinarsi al salto della
“Garganta del Diablo”, (oltre 80 metri) che osserveremo
da uno spettacolare punto panoramico.
Pernottamento a Iguazu.


Giorno 10°: IGUAZU / BUENOS AIRES
Prima colazione in albergo.
Visita alle cascate dal lato brasiliano 2 ore.
Tempo libero per camminare sulle passerelle. Una volta
dentro del Parco vi meraviglierete della bellezza
dell'enormità dell'area che alloggia innumerovoli specie
d'animali e vegetali.
Trasferimento all’aeroporto e partenza volo interno per
Buenos Aires.
Arrivo a Buenos Aires e trasferimento in hotel.
Pernottamento a Buenos Aires.

Giorno 11°: BUENOS AIRES
Prima colazione in albergo.
Trasferimento in aeroporto e partenza volo
Internazionale per Italia.

 

Minimo due passeggeri che viaggiano insieme. Validità 30 settembre 2019

ALBERGHI CONSIDERATI
Buenos Aires: 5* Melia / 4* America Towers
Salta:5* Alejandro I / 4*Carlo Magno
Purmamarca: Boutique Hotel Casa de Adobe
Iguazu: 5* Amerian / 4* Saint George


La tariffa comprende:
Soggiorno 
Trasferimenti
Assistenza
Assicurazione medico bagaglio

La tariffa non comprende:
Volo
Assicurazione annuale
Adeguamento