1

Racconti di Viaggio Bali

racconto di viaggio bali

Le mie vacanze a Bali: Blog Viaggi Bali

l’isola degli Dei

Ecco il racconto del mio viaggio a Bali!

Nessuna espressione potrebbe rappresentare quest’isola come L’ISOLA DEGLI DEI!

Bali è un’isola magica, mistica, un micricismo dove natura, civiltà e religione hanno raggiunto il perfetto equilibrio.

A Bali non si viene per le spiagge paradisiache, il mare è bello ma non paragonabile a Maldive o Caraibi anche se offre delle aree che sono gioiellini.

Le spiagge più belle e quelle più famose

Come detto un viaggio a Bali non può essere vincolato solo alle spiagge, ma mi rendo conto di quanto esse siano un motivo predominante per la scelta della destinazione.

Ovviamente quindi un tour delle spiagge più belle va sicuramente fatto.

A mio avviso le spiagge più belle che meritano una tappa durante il vostro viaggio a Bali sono le seguenti:

Jimbaran, che la sera si trasforma in un ristorante open air dove potete mangiare con i piedi nella sabbia il pescato del giorno nei vari ristorantini

Sanur, dove potrete vedere incredibili tramonti sulla sabbia dorata

Seminyak, una lunghissima spiaggia dorata che ospita molti hotel lussuosi

Kuta, la spiaggia dei giovani e dei surfisti che al tramonto si riversano a vedere il sole scendere all’orizzonte con una birra in mano.

Kuta è la località più vivace dell’isola, piena di ristoranti, bar, locali, qua un hotel costa pochissimo e per questo motivo è il centro più animato dai giovani, e le onde del mare consentono di imparare a surfare in sicurezza.

L’interno di Bali

A Bali non si viene certo solo per il mare, ma soprattutto per visitare l’interno.

Da non perdere le risaie di Ubud, un paesaggio verdissimo dominato dalle coltivazioni di riso dove potrete vedere le donne che raccolgono il riso e i villaggi rurali dell’isola.

Ubud

Ubud è il vero cuore pulsante dell’isola, qua si concentra il patrimonio artistico e culturale dell’isola, le lavorazioni dei batik colorati sono una delle attività principali dell’isola.

A Ubud troverete hotels e guesthouse dove la parola d’ordine dell’ospitalità è SILENZIO. Questo posto è la vera pace dei sensi ,il ritmo della vita scorre lentissimo e i balinesi incarnano pienamente questo stile di vita.

I “must” di Bali: i templi

Altri “Must” senza dubbio da visitare sono i templi: per i Balinesi gli spiriti degli dei sono ovunque anche se non li si vedono. La religione a Bali è una radice fondamentale della cultura locale,ed è soprattutto insegnamento, ordine e stile di vita.

Per questo ogni mattina fanno offerte per rendere omaggio agli dei buoni ed allontanare gli spiriti cattivi che ignorano.

In questo modo i balinesi sostengono di riuscire a scacciare dalla vita di tutti i giorni i difetti, le cattiverie, gli egoismi e le negatività. Svolgendo un rito fatto di musica e preghiere, le persone cercano di attirare la bontà dei loro avi.

Assistere a questi gesti per un occidentale è un’esperienza davvero curiosa che lascia senza parole.

Pura Besakih e Tanah Lot

Pura Besakih è il più importante tempio di Bali e si trova ai piedi del vulcano Gunung Agung, ed è considerato il più sacro dell’isola per la religione Indù, mentre Tanah Lot è un tempio induista collocato in cima ad un’imponente formazione rocciosa sulla costa Sud-ovest dell’isola di Bali.

Il tempio oltre ad attirare pellegrinaggi e devozione da parte degli hindu, è una popolare meta turistica ed uno dei luoghi più fotografati di tutta l’isola. Esso si trova in mezzo al mare ed è collegato da una ponte naturale di formazione rocciosa alla costa.

Al termine della visita di questo incredibile tempio, è d’obbligo sorseggiare un cocktail a base di frutta fresca nel bar di fronte aspettando il tramonto, immergendosi così in un paesaggio romanticissimo!

ULUN Dnu Bratan.

Senza dubbio, un altro tempio molto suggestivo è ULUN Dnu bratan.

Il complesso del tempio si trova sulle rive del lago di Bratan nelle montagne vicino a Bedugul e onora la divinità di Shiva.

Un’esperienza molto suggestiva che consiglierei a chi si vuole immergere nelle atmosfere e credenze locali, è una tappa è al Barong & Kris dance al centro culturale di Dempasar, che narra con spettacolo musicale dell’infinita lotta tra il bene e il male, quest’ultimo rappresentato da Barong, strana creatura metà cane e metà leone.

L’esibizione vera è una lunga cerimonia officiata da un sacerdote.

Il sacerdote prega per scacciare dalla vita di tutti i giorni gli spiriti maligni. La cerimonia alla quale partecipiamo noi è invece propiziatoria per i turisti ma molto originale e carina e rappresenta un altro aspetto della cultura balinese molto sentita dai locali.

Conclusioni: la bellezza di di Bali

Bali incanta il turista perchè racchiude mare, montagna, cultura, fede, divertimento, tutto in meno di mezz’ora di auto da una realtà all’altra.

I profumi di sandalo e incenso avvolgono questa atmosfera ovattata che non può deludere nessun turista che atterra su questa magica isola degli Dei!

Se il mio viaggio a Bali ti è piaciuto e se Bali è una possibile destinazione per le tue prossime vacanze, ti consiglio di contattare Genovagando e consultare le loro offerte!

Raffaella Viglione