1

Guida Svezia Lapponia Svedese

SVEZIA e LAPPONIA SVEDESE

Guida Viaggi Svezia e Lapponia Svedese

Oltre ad essere la terra dei vichinghi, in un paesaggio fatto per vivere all’aria aperta circondato da foreste, è anche la patria del design. Ogni stagione ha la sua particolarità, rendendola unica per ogni periodo dell’anno. Oltre alla bellissima capitale Stoccolma e la Lapponia Svedese di cui andremo a parlare, non perdete l’occasione di visitare città come Göteborg, Malmö, Uppsala.

 

STOCCOLMA:

Capitale della Svezia, sede di governo e parlamento, dove risiede Re Carlo Gustavo XVI, capo dello stato, è la principale città della Svezia e della Scandinavia con i suoi oltre 960.000 abitanti.

Soprannominata “La Venezia del Nord”, in quanto la città è principalmente situata sull’acqua, rende questa città estremamente affascinante. I primi cenni storici sono del 1252, dove re Birger Jarl costruì una fortezza per evitare saccheggiamenti, in quanto fonte principale nel commercio del ferro.

Capitale dal 1523 dopo l’avvento di Re Gustavo nel 1521. Un secolo dopo divenne fino ad oggi il cuore dell’impero baltico cessando guerre con la vicina Norvegia e Danimarca, protagoniste di molti assedi del passato.

COSA VEDERE A STOCCOLMA:

CASTELLO DI DROTTNINGHOLM:

Raggiungibile con un’ora di battello attraversando il lago Mälaren, la struttura risale al XVII, ed il palazzo reale meglio preservato di tutta la Svezia, dimora dal 1981 della famiglia reale, ma comunque visitabile al pubblico. Unico nel suo genere grazie a tutto il suo complesso che comprende anche il teatro Drottningholm, il padiglione cinese e il suo splendido parco.

MUNICIPIO:

Inaugurato nel 1923 dall’ideazione dell’architetto Ragnar Östberg, sede del ricevimento dei Premi Nobel, dominato dalla sua guglia alta 106 metri e dalle tre corone dorate, il municipio di Stoccolma, in stile romantico svedese è tra i più significativi esempi di architettura. Con i suoi 18 milioni di tessere d’oro nel meraviglioso Gyllene Salen, detto proprio salone Dorato e le sue magnifiche sale, rende questo palazzo un’attrazione sicuramente da visitare.

SKANSEN:

Ideale per amici e famiglie, Skansen è uno dei luoghi più amati sia dai cittadini che dai turisti. E’ presente il museo all’aperto più antico del mondo, con ricostruzione in miniatura dei palazzi storici della Svezia, laboratori dedicati alla ceramica, alla lavorazione dei metalli, alla soffiatura del vetro, botteghe e panetterie. Visitabile anche la piazza del mercato, la chiesa di Seglora del 1700, interamente in legno e la villa gialla di Skogaholm. Tutto questo con protagonisti gli animali nordici presenti nello zoo che lo circonda: alci, orsi, lupi, foche e ghiottoni: un vero e proprio paese delle favole, adatto a grandi e piccini.

CITTA’ VECCHIA:

Conosciuta come Gamla Stan, dove nel 1252 fu cominciata ad essere costruita la città è uno dei centri storici medievali meglio preservati d’Europa.
Tra piccole stradine acciottolate, contornata dalle tipiche case gialle, ristoranti e negozi, sorgono diversi monumenti da visitare tra cui il palazzo reale (uno dei più grandi edifici al mondo con all’interno il suo museo Livurstkammaren) e Stortorget, la piazza più antica di Stoccolma. In inverno, quando la neve si posa sulle guglie e sui tetti della città rende questo luogo un meraviglioso paesaggio degno da libro delle fiabe.

MODERNA MUSEET:

Nell’isoletta di Skeppsholmen, collegata alla città vecchia tramite un ponte, sorge il museo di arte moderna, progettato dall’architetto spagnolo Rafael Moneo. Dalì, Picasso, Matisse e Derkert sono alcuni nomi delle opere che potete trovare al suo interno. Per i piccoli un laboratorio interamente dedicato a loro e per tutti la possibilità di pranzare in ristorante con una vista su Strandvägen, una delle più belle strade di Stoccolma.

MUSEO VASA:

Nel museo navale potrete ammirare l’unica nave del 1600 ancora presente nel mondo, con il 95% dei suoi pezzi autentici. Varata e affondata nel 1628 nel suo viaggio inaugurale fu recuperata solo nel 1961. Una storia lunga quasi 400 anni.

DOVE MANGIARE A STOCCOLMA:

Dalle varietà di pesce tipiche del mare del Nord alle ormai famosissime anche per noi polpettine svedesi, Stoccolma offre parecchi ristoranti.
Dal Pelikan, ormai un’istituzione di cucina tradizionale svedese, al Den Glydene Freden, in attivo sin dai primi del 1700 e rimasto quasi interamente invariato al suo interno, al mercato all’aperto di Saluhallen dove poter stuzzicare qui e là. E se siete vegetariani niente paura, l’Herman’s offre prelibatezze totalmente Veggy, in una cornice pittoresca che si affaccia direttamente sul porto antico di Stoccolma.

COSA COMPRARE A STOCCOLMA:

Se volete fare shopping avete solo l’imbarazzo della scelta. Da acquisti di lusso del mondo della moda internazionale (Filippa K) al design scandinavo (Malmstenbutiken) nel quartiere elitario di Östermalm, agli acquisti alla portata di tutti nei quartieri di Sergels Torg e Kungsträdgården, fino ad arrivare nella zona di Södermalm, dove negozietti originali e trendy fanno da padroni.

LA SERA E LA NOTTE A STOCCOLMA:

La vita notturna di Stoccolma vi lascerà a bocca aperta. Non avete altro che l’imbarazzo della scelta. Dai locali di jazz, al rock al pop fino all’hard core. Ci sono diversi quartieri importanti della movida, ma quello con più concentrazione di gente è nel cuore della città nei pressi di Stureplan. I locali sono aperti fino alle 3.00 della mattina, mentre nel week end si arriva quasi all’alba. Il giovedì svedese è dedicato principalmente alle discoteche. Quindi se volete andare a ballare fissate questo appuntamento nella metà della settimana, ma dovete essere molto pazienti o giocare di anticipo, perché le code per entrare, dopo la mezzanotte, sono molto lunghe.

LAPPONIA SVEDESE

Perché visitare la Lapponia Svedese?
Provate ad immaginare la conoscenza del vostro silenzio e triplicate l’intensità. Solo il 2% della Lapponia Svedese è abitata, rendendo lande e foreste completamente silenziose facendovi sentire un tutt’uno con la natura.

Guida Viaggi Svezia e Lapponia Svedese: il fascino in ogni stagione

Ogni stagione ha le sue particolarità, ma senza dubbio l’inverno è il protagonista assoluto di questi luoghi. Dalle renne alle gite in slitta con i cani fino alla ricerca dell’aurora boreale (ricordiamo che la Svezia secondo alcuni giornali di settore è il luogo dove questo fenomeno si manifesta più facilmente). Moltissime altre attività fanno da cornice a questi meravigliosi posti: a partire da workshop fotografici, alla pesca nei laghi ghiacciati, per finire con ciaspolate, escursioni, gite a cavallo e pattinate su laghi ghiacciati. Anche se consigliamo di visitarla in lungo e in largo i due punti di riferimento sono Abisko e Kiruna.

KIRUNA:

Costruita sopra alla miniera più grande al mondo, è la città più a settentrione della Svezia. Diversi piccoli monumenti e chiese sono da visitare nel centro cittadino, tra cui la stazione ferroviaria e il municipio. Da non perdere la visita guidata all’interno della miniera sotterranea.

ABISKO: Nel cuore della Lapponia Svedese, nella frazione di Kiruna sorge questo piccolo villaggio di 100 abitanti, situato ben oltre al Circolo Polare Artico. Tra le principali attrazioni il Parco Naturale, visitabile sia in estate che in inverno, dove potrete trovare renne, ermellini, scoiattoli, ma se siete fortunati anche orsi, linci, lupi e volti artiche.  Il parco inoltre offre sentieri circondati da foreste di betulla, diverse cascate tra cui la cascata Kårsafallen. Da non perdere anche i laghi tra cui il Lago Torneträsk, il settimo più grande della Svezia. E anche solo vedere un lago ghiacciato lungo 70 km, vale solo la pena per giustificare un viaggio in Lapponia Svedese.

Luleå: molti la definisco la porta della Lapponia Svedese dal quale si snoda un arcipelago di ben 1300 isole tutte da scoprire alcune punteggiate dalle tipiche casette rosse.  Assolutamente da visitare a Lulea la Gammelstad Churchtown, (Città vecchia in svedese) patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1996 per la sua incredibile unicità. Si tratta di un villaggio parrocchiale costituito da una chiesa costruita in legno e pietra (risalente agli inizi del XV secolo) e da più di 400 cottage; ed era proprio in queste casette che i pellegrini, dopo la messa, erano soliti riscaldarsi e nutrirsi

PRINCIPALI ATTIVITA’ DA NON PERDERE:

AURORA BOREALE: Vedere l’aurora boreale non è così semplice, per questo conviene quasi sempre affidarsi a persone esperte che vi guideranno in un tour alla ricerca di questo fenomeno senza eguali.
Ad ogni modo il parco nazionale di Abisko, secondo il Lonely Planet è il primo luogo al mondo con la più alta probabilità di avvistamento. Ed è proprio in questo luogo che è stata creata l’Aurora Sky Station, una stazione aperta alla sera dalle 21.00 alle 01.00 di notte dal 1 dicembre al 31 marzo. La seggiovia vi porterà sul monte Nuolja al prezzo circa di 80 euro. (Con una maggiorazione potete decidere di cenare una volta arrivati in cima). Vi verrà dato in dotazione una tuta da indossare sopra i vestiti, in quanto man mano che si sale il freddo si fa davvero pungente.

DOGSLEDDING: Se si pensa a questi luoghi, non possono non venire in mente i cani Husky, protagonisti assoluti di questo scenario.
Quindi non dovete fare altro che sedervi sul vostro slittino ed iniziare questo percorso attraversando foreste e laghi ghiacciati passando per sentieri innevati. Questi cani saranno in grado di portarvi dovunque in quanto è nella loro natura fare questo tipo di attività, rendendoli felici del proprio lavoro. Attenzione solamente alla provenienza dell’allevamento, ma affidatevi ad agenzie competenti. Tra le varie consigliamo la Kiruna Guide Tour.

VILLAGGIO SAMI: Un museo a cielo aperto a pochi chilometri da Kiruna alla scoperta delle antiche tradizioni di questo popolo lappone. Potrete visitare le tipiche costruzioni a tenda, gustando una zuppa cucinata sul focolare, scoprendo le abitudini del passato di questo villaggio.  Tra le cose assolutamente da fare non dimenticate di acquistare un sacchetto di muschio e dare da mangiare alle renne.

ICE HOTEL: Si tratta del primo hotel di ghiaccio del mondo, vicino al villaggio Sami. Potrete visitare il bar e le camere da letto, circondati da artisti del ghiaccio che attimo dopo attimo sviluppano la magia di questo posto. E se dovesse capitare di passare il 25 Dicembre in queste zone non potete perdere la fiaccolata che dall’hotel porta al villaggio Sami. Ulteriori informazioni le potrete trovare QUI!

FIUMI E LAGHI GHIACCIATI: Oltre all’incanto di vedere questi specchi d’acqua completamente ghiacciati, avete la possibilità di camminarci sopra. La prudenza e il buon senso sono al primo posto, ma bisogna anche considerare che normalmente questi spazi ghiacciati vengono attraversati dalle motoslitte.

Guida Svezia Lapponia Svedese: INFO GENERALI:

POPOLAZIONE: 10,23 MILIONI

SUPERFICIE: 450.295 KM QUADRATI

LINGUA PRINCIPALE: SVEDESE

SECONDA LINGUA PIU’ POPOLARE: INGLESE

MONETA: CORONA SVEDESE (1 CORONA = 0,098 EURO)

PREFISSO TELEFONO: +46

DOCUMENTI: PASSAPORTO, CARTA D’IDENTITA’ VALIDA PER L’ESPATRIO

Guida Svezia Lapponia Svedese: COME SPOSTARSI & COSA MAGIARE

COME SPOSTARSI: Per quanto riguarda le città principali, i mezzi pubblici sono efficienti, puntuali e puliti. Per raggiungere zone più estreme potete arrivare tramite lunghi ma comodi viaggi notturni in treno o piccoli spostamenti interni con un aereo. Se decidete per un tour il consiglio è un noleggio della macchina in una zona ben precisa. Le strade in Svezia sono pulite anche d’inverno e senza pedaggio da pagare.

COSA MANGIARE: Come abbiamo detto si ha l’imbarazzo della scelta. Sicuramente da assaggiare le  Kottbullar, le polpettine di carne, imbevute nel latte e mollica di pane, patate lesse, cipolle ed uova. Solitamente accompagnate con salsa di panna e marmellata di lingon, al Gravlax, un salmone marinato in zucchero e sale, servito con un contorno di patate bollite e molti altri piatti che lasciamo scoprire a voi. E se volete assaggiare il dolce simbolo svedese, chiedete un Semlar, una pasta soffice speziata al cardamomo guarnita con pasta di mandorle e panna montata.

Guida Svezia Lapponia Svedese: IL CLIMA

Il clima della Svezia è molto diverso da Nord a Sud. Città come Goteborg e Stoccolma hanno estate brevi e miti e nell’inverno le temperature scendono normalmente dai -3 ai – 6 gradi. Se decidete di andare nella Lapponia svedese, il consiglio è quello di coprirvi molto bene se decidete di andare da dicembre a marzo, in quanto la temperatura varia dalla massima di -15 gradi fino ad una minima di -30 gradi. In queste zone estremamente fredde ma magnifiche, seppur gli inverni della Svezia sono molto bui, il sole è come se andasse in letargo da Dicembre a Marzo, a differenza dell’estate che sembra non dormire mai.
Nell’autunno e nelle primavere le temperature sono le stesse che potete trovare in inverno a Stoccolma. (-2 gradi circa)

Fonte video: “Beautiful Sweden – Four Seasons 4k” di Annemieke van Leeuwen

Ti è piaciuta la nostra “Guida Svezia Lapponia Svedese”? Consulta anche le NOSTRE OFFERTE VIAGGIO!