Karphatos sei stata strepitosa!

Karphatos, isola perlopiù sconosciuta, che grazie al consiglio della nostra collega Monica ha saputo regalarci una vacanza spensierata ed immersa nella natura.

Iniziamo con il capire dove è situata Karphatos, isola facente parte del Dodecaneso, bagnata dal mar Egeo

Si contraddistingue per il suo essere così naturale, poco costruita… e a pensarci bene ad oggi sono due qualità davvero difficili da trovare a pochi chilometri da casa.

Lei le offre entrambe, se amate il relax, oltre alle sue più famose spiaggie ne scoverete tante altre, splendide e pressochè deserte.

Considerazione importante, è a mio avviso indispensabile una vettura per muoversi.

I mezzi di trasporto si limitano alla tratta aereoporto/Pigadia/Amoopi, vi perderete tutto il bello dell'isola.

Noi abbiamo noleggiato una Fiat Panda da Rent Simon in quel di Pigadia, controllate bene l'auto prima di firmare, alla riconsegna altrimenti avrete il rischio di dover pagare di tasca vostra eventuali danni al sottoscocca, gomme o altri componenti, che erano magari già presenti.

Per l'appunto sottoscocca, gomme, e vetri sono scoperti dalla ''full insaurance'' che è compresa nel pacchetto.

Noi per 7 giorni di noleggio, dall'08/09 al 14/09 abbiamo speso 200 euro, prezzo accessibile.

Sconsiglio mezzi di trasporto completamente inadatti a Karphatos, quali scooter e quad, il Meltemi soffia forte, anzi fortissimo, e potreste ritrovarvi in seria difficoltà.

La sera complice l'illuminazione nulla delle strade e la temperatura che cala sarebbe davvero da irresponsabili.

Premesse sul mezzo di trasporto fatte, passo a darvi informazioni sulle SPIAGGE che sono riuscito a visitare durante la settimana, non mi sento di dare una vincitrice assoluta, ma Agios Minas e Apella sono senza dubbio quelle che mi sono piaciute di più:

KATO LAKO

Sul web ne ho letto come la spiaggia più bella di Karphatos, la più suggestiva.

Non la considero tale, ma comunque una spiaggia dall'aspetto naturalistico molto importante.

Non è raggiungibile con un'auto normale, un 4x4 fatica, non avventuratevi. Potete arrivarci con 30 minuti di cammino (a tratta).

Per raggiungerla: uscendo dal centro abitato di Aperi, verso Spoa, dopo qualche chilometro girate a destra e scendete verso Kyra Panagia.

E' una strada ricca di tornanti in discesa per 3km, superate una chiesa dopo la quale troverete un rettilineo.

Dopo il caratteristico Guardrail fatto di sassi bianchi, due strade sterrate partono in contemporanea una a destra e una a sinistra, prendere quella di destra e seguire il sentiero fino alla spiaggia.

Prima dell'inizio del sentiero c'è un piccolo spiazzo dove poter parcheggiare la vettura

Attenzione perchè dopo le ore 15.30 il sole sparisce dietro la collina.

Inoltre la spiaggia non risulta pulita, ci sono resti di sdraio e obrelloni.

VOTO 7/10

DIAKOFTIS

Anche chiamata la Playa de ses illes di Karphatos, Diakoftis è una spiaggia stupenda, a dividere il mare solo questa lingua di terra e sabbia.

Agevole il parcheggio dell’auto, a fare da panorama al tutto gli spettacolari atterraggi dei pochissimi aerei che atterrano sull’isola.

Per arrivarci: da Amoopi seguire direzione aereoporto, poco prima di essere arrivati all’aereoporto girate a destra per Arkasa, poi la prima subito a sinistra.

Prendete la strada sterrata, noterete alla vostra destra delle calette nudiste, proseguite (o fermatevi se siete nudisti/naturisti)  e costeggiate l’aereoporto per circa 1/1.5 km

VOTO 8/10

LEFKOS

Lefkos si trova nella costa ovest dell’isola, è di norma, una costa molto ventosa ma stupenda per ammirare il tramonto.

La prima spiaggia che troverete, sarà molto affollata, vi consiglio di proseguire, subito dopo il piccolo centro abitato e il parcheggio ve ne sarà una molto grossa, stupenda e semideserta.

Infondo a questa spiaggia si pratica il nudismo, così come nelle calette a seguire, davvero mozzafiato per bellezza e tranquillità.

VOTO 8/10

AGIOS MINAS

E’ probabilmente la spiaggia più suggestiva che ho visitato a Karphatos, molto difficile da raggiungere, ma penso ne valga davvero la pena.

Un livello di pace, contatto con la natura, bellezza e particolarità della spiaggia insuperabile.

Venendo da Amoopi/Pigadia scegliere la seconda deviazione (o la prima se arrivi da Olympos).

La strada risulta sterrata e molto difficoltosa, fare particolare attenzione, se non si ha notevole padronanza del mezzo che si guida, lasciate perdere.

In queste condizioni il percorso richiede circa 30 minuti.

Partiti, arriverete a un bivio per Agios Minas proseguite a destra, a sinistra si va all’altra spiaggia, quella di Agnontia, spiaggia anche questa paradisiaca, ma per pochi, si consiglia solo l’uso di 4x4 per arrivarci.

Arrivati finalmente alla chiesa, potete fermarvi ad ammirare la spiaggia, è un posto panoramico, proseguite alla destra della chiesa per arrivare alla spiaggia.

C’è la possibilità di mangiare alla taverna che si trova alle spalle della spiaggia.

E’ consentito il nudismo.

VOTO 10/10

APELLA

Per apella non servono indicazioni, è facile raggiungerla attraverso la strada che porta ad Aperi.

Vi dovrete necessiariamente fermare lungo il tragitto, il percorso regala degli scorci stupendi.

Il parcheggio non è molto, cercate di non arrivare ad orari di piena.

La spiaggia è incantevole, la posiziono a pari merito con Agios Minas.

Dei colori mozzafiato, un’acqua cristallina e una cornice naturalistica notevole sembra, a detta di molti, essere tra le spiagge più belle del mar Mediterraneo e come dargli torto?

Consiglio durante la giornata di intraprendere il percorso per scollinare e andare nella spiaggia a fianco ‘’Small Apella’’ ben più tranquilla e dove è possibile praticare il nudismo. Se il coraggio viene meno e non vi sentite di scollinare, salite finchè potete, verrete ripagati da un panorama incantevole, impossibile non fare qualche foto dall’alto.

VOTO 10/10

KYRA PANAGIA

Da vedere almeno una volta se siete a Karphatos, è una delle più belle, dai colori della natura circostante, all’acqua.

Purtroppo risulta molto affollata, alle spalle della spiaggia troverete molti ristoranti dove poter pranzare o cenare, alcuni con vista direttamente sulla spiaggia.

VOTO 9/10

ACHATA

La spiaggia di Aperi, ossia degli americani.

Decisamente troppo affollata considerando il livello basso di affollamento della maggior parte delle spiaggie, molto bella ma scegliete altro.

VOTO 7/10

AGIOS THEODOROS

Spiaggia particolarissima, il panorama ‘’argilloso’’ la fa da padrone, assolutamente da vedere, se non altro per fare qualche scatto.

Se arrivi da Amoopi, arriva fino ad arcasa, svolta a sinistra dal ristorante, segui il percorso fino a che non finisce.

Ad Agios Theodoros un pezzo di spiaggia è privato, la mattina presto nessuno presidia, ma intorno alle 12 arrivano a battere cassa.

Se quando siete immersi nell'acqua cristallina notate una spiaggia alla vostra sinistra, e vi incuriosisce, sappiate che è una spiaggia nudista e merita di essere visitata.

Per arrivarci poco prima di arrivare ad Agios T. troverete una strada sterrata, prendetela e poco dopo troverete delle abitazioni sulla vostra destra dopo pochi metri, subito dopo svoltate a destra, e poi scendete fino alla spiaggia.

Non ho trovato il nome della spiaggia, ma sappiate che quando siamo andati noi eravamo in 5.

VOTO 9/10

LE ESCURSIONI A KARPHATOS

Karphatos è un’isola strepitosa dal punto di vista geologico, strapiombi, pareti rocciose, pinete, colori quasi surreali donano a quest'isola un' incredibile bellezza.

Le escursioni sull’isola sono molto particolari, si parte dal vedere l’unica città abitata da veri Karpatiani rimasta isolata dal resto dell’isola per centinaia di anni, ad arrivare a visitare quella che un tempo faceva parte di Karphatos ma che per ragioni ignote un giorno si staccò, e diventò così l’isola dei pirati (Saria)

OLYMPOS

Distante circa un’ora e mezza da Amoopi, la strada che porta a questa cittadina nella roccia è stata da poco asfaltata.

Il percorso è ricco di saliscendi, panorami stupendi e strade impegnative, fate attenzione alla caduta di massi dai monti che troverete lungo il percorso, guidate con estrema prudenza.

Olympos vale il viaggio, è arroccata su di una ripida collina, i colori delle sue case sono accesi e allegri, i mulini a vento ormai fuori uso, suggeriscono una zona estremamente ventosa.

A fare da contorno al tutto le anziane signore rigorosamente in abiti tradizionali che vi accoglieranno con un caloroso 'Kalimera!'

Da non perdere la piccola piazza principale con la chiesetta tradizionale e i tipici colori bianco azzurri Greci.

La cittadina è molto piccola, suggerisco di fermarsi mezza giornata e dopo aver pranzato in un locale tipico ripartire, noi durante il pomeriggio abbiamo approfittato della vicinanza e siamo scesi ad Agios Minas.

ISOLA DI SARIA

Abbiamo deciso di affidarci al ‘Chrisovalandou’ ormeggiata nell'unico vero porto di Karphatos, Pigadia, che permette la visita di questa speciale isola.

I tempi di navigazione sono lunghi 3h andata / 3h ritorno e spesso il mare è mosso/molto mosso, a causa del sempre presente vento di Karphatos.

La Chrisovalandou effettua due tappe, la prima che scendendo a Diafani permette la visita di Olympos con un bus organizzato, la seconda Saria

Appena sbarcati sull’isola, restate per qualche minuto a bocca aperta, il paesaggio è stupendo, il colore dell’acqua azzurro cielo.

Le tre caprette al vostro arrivo sull’isola da quanto ho letto sono una certezza, simpatiche, ma molto dispettose, occhio al cibo!

Per iniziare l’escursione prendete la strada verso sinistra, da subito noterete una chiesetta, siete sulla strada giusta!

Proseguite e vi troverete nel bel mezzo di un canyon, seguite il percorso e avrete sicuramente notato dei resti dei vecchi abitanti dell'isola, delle grotte scavate nella roccia con ancora le pareti annerite dal fuoco

Seguite i simboli rossi e vi troverete in questo paesino fantasma, surreale, disabitato ormai dal 1980, non abbiate fretta, aprite le porte delle case, entrate nelle stalle, siate curiosi.

Proseguite fino a raggiungere la chiesa e il suo belvedere, il paesaggio da lassù da sulla spiaggia del vostro arrivo, ed è mozzafiato.

Tornate indietro sulla strada dell’andata, tempo per l’escursione 1h circa.

Sconsiglio a 10 euro il pranzo in barca.

MESOCHORI

E’ definita la piccola Olympos, ve la consiglio solamente se siete di passaggio o per la pausa pranzo da Diakoftis spiaggia.

Si visita in 10 minuti circa

PIGADIA

La capitale di Karphatos.

Molto ricca di ristoranti e negozietti è l’ideale per una cena dopo il mare e una bella passeggiata.

APERI

Non merita di certo una visita apposita, ma è bene che sappiate che è stata a lungo il capoluogo di Karphatos, ad oggi è ricchissima di villette appartententi ai greci emigrati in america che fanno a gara alla villa più bella.

 

I NOSTRI PRANZI A KARPHATOS

Olympos:

Milos taverna: Consigliato, ristorante nel mulino, molto buono lo spiedino di pollo, troverete ad accogliervi un’anziana signora che sforna delizie da un vecchio forno a legna

Prezzi nella media

Kyra Panagia:

Sofia’s taverna: Troverete ad accogliervi un signore non molto affabile, ma gentile.

Lo spiedino di pollo molto buono ma non molto abbondante.

Hanno un pane fatto in casa buonissimo e il patè di olive è il migliore dell’isola

Kelaria restaurant: Consigliato, spiedino di pollo molto buono, accompagnato da patate fritte. Prendete lo tzatziki, è davvero ben fatto.

Il locale risulta alla moda e con prezzi nella media, la vista strepitosa sulla spiaggia di Kyra.

Mesochori:

Steki restaurant: personale di certo gentile, alla mano e simpatico.

Non consigliato, il cibo viene scaldato a microonde. Prezzi comunque bassi

Amoopi:

Tavern 4 season: Molto gentili, omelette abbondante e prezzi modici

Arkasa

Petalouda: Mousakaa molto buona ma attenzione alle porzioni, con una ci mangiano due persone a sazietà.

LE NOSTRE CENE

Premetto che avendo viaggiato con Eden Viaggi (Margò) ho optato per il loro pacchetto eat around:

Viene consegnata una lista di ristoranti che aderiscono a tale formula, voi che avrete già prepagato i voucher (11 euro l’uno) avrete diritto a un antipasto, un piatto principale un dessert o frutta con un bicchiere d’acqua e uno bicchiere di vino.

La scelta avviene attraverso un’apposita lista che i ristoranti hanno preparato ed ogni ulteriore consumazione fuori regolamento va pagata a parte alla fine della cena.

Pigadia

Pigadia restaurant: Qui abbiamo cenato per due sere, la cameriera molto simpatica e l’ottima qualità del cibo, ci ha fatto tornare.

Con eat around la scelta non è molta ma la moussaka e il formaggio fritto sono da provare.

Fava molto buono.

Taverna odyssey: Cibo molto buono e porzioni abbondanti, ma un’attesa che ha sfiorato l’ora e mezza!

To Goniakon: Ottima cena, prodotti freschi e gustosi, consigliato.

Amoopi

Ideal barbeque: ragazza molto gentile, qui abbiamo cenato due sere, nulla di incredibile ma cibo nella media

Damatria

Taverna rina’s: Si trova sulla strada per arrivare all’aereoporto, non mi è piaciuto il trattamento ricevuto.

Ci ha portato quello che voleva lui, senza chiedere nulla.

L’unica nota positiva sono stati i fichi, è grazie a Rina’s se ho iniziato ad amarli.

DOVE ABBIAMO ALLOGGIATO?

Noi come detto abbiamo viaggiato con Margò, e soggiornato presso l’Hotel Albatros.

Se potete spendere poco di più vi consiglio di prendere la camera al piano alto, la vista sulla baia di Amoopi vale tutti i soldi spesi.

La stanza viene pulita giornalmente tranne la domenica, mentre la colazione  è piuttosto scarsa, ma con il minimo indispensabile.

Struttura vecchia, non aspettatevi nulla più di un comodo letto per dormire e una camera pulita per rilassarvi dopo il mare.

INFORMAZIONI UTILI 

Parcheggi:

I parcheggi non sono un problema in nessun posto andrete, evitate i parcheggi selvaggi solamente a Pigadia ed Amoopi.

Acqua:

Non bere l’acqua dal rubinetto, le tubazioni sono vecchie.

L’acqua risulta potabile solamente dalle fontanelle sparse per tutta l’isola, consiglio di rifornire li le vostre bottiglie vuote

Meltemi

Vento che accompagnerà la vostra vacanza a Karphatos, probabilmente arriverete ad odiarlo, è minore a settembre.

Supermercati

Consigliati quelli di Pigadia, molti ben forniti e prezzi giusti.

Benzinai

Solo 4 in tutta l’isola, fate bene i vostri conti, 1 è vicino ad Arkasa

Gli altri tutti vicini a Pigadia

Controllate sempre lo stato del serbatoio.

Spero che questa vacanza vi rimarrà nel cuore, un pò come è rimasta a me, un’isola per lo più allo stato brado, con una natura incontaminata ormai così difficile da trovare persino nelle nostre fantastiche isole.

Una vacanza che oltre a rigenerarvi il corpo, con quel sole così caldo, e quell'acqua di mare così pulita e fresca, riuscirà a rigenerare grazie alla pace che l'isola riesce a trasmettere anche la mente.

Uno stacco dalla vita di città non trascurabile per chi corre tutti i giorni dell'anno.

Vi consiglio di osservare almeno una sera il tramonto, vale decisamente l'attesa.

Ho deciso di editare anche un filmato per rendere l'esperienza ancora più reale:

 

 

Per qualsiasi informazione Genovagando è a completa disposizione a info@genovagando.it

Luca Lo Nardo 

 

Luca



Karphatos sei stata strepitosa!